Laici al centro della vita della Parrocchia

E’ stato il Concilio Vaticano II, terminato nel 1965, ad aprire le porte ai laici nella Chiesa: subito si sentì l’esigenza di rendere i laici maggiormente partecipi della vita della parrocchia. Emerse la necessità di costituire dei consigli che insieme ai preti guidassero le parrocchie a vivere il Vangelo nelle diverse situazioni di vita. leggi tutto

Sintesi dell'esperienza di cinque anni di Consiglio Pastorale novembre 2017

Relazione di Paolo Liverani, Vicepresidente del Consiglio Pastorale

26 Ottobre 2017

Il 21 ottobre 2012, con un anno di anticipo sulla scadenza indicata dalla Diocesi, è stato eletto questo Consiglio Pastorale Parrocchiale allargato, con votazioni separate per ogni singola Parrocchia. Allargato perché già in precedenza i C.P.P. delle tre Parrocchia di Santa Tecla, del Pilastro e di Rivadolmo, pur distinti, si riunivano normalmente assieme.

Indicazioni per l’elezione del nuovo Consiglio Pastorale del 2018

  1. L’elezione del nuovo Consiglio Pastorale avviene in due momenti successivi:
    • due domeniche per la prima consultazione: domenica 28 gennaio 2018 e

Regolamento per l’elezione del nuovo Consiglio pastorale

  1. Il Consiglio Pastorale Unitario uscente prepara il “passaggio di testimone” al nuovo Consiglio, tramite modalità e iniziative volte a preparare le comunità parrocchiali alle operazioni di rinnovo.

Statuto Consiglio Pastorale Unitario delle parrocchie:
Duomo Santa Tecla di Este,
Madonna Addolorata del Pilastro di Este,
San Luigi Gonzaga di Rivadolmo

Art. 1 – Costituzione e natura
È costituito il Consiglio Pastorale Unitario delle parrocchie di Santa Tecla Duomo di Este, della Madonna Addolorata del Pilastro di Este e di S. Luigi Gonzaga di Rivadolmo.
Esso si pone nelle tre comunità parrocchiali come segno di comunione e strumento di crescita alla luce della Fede, della Speranza e della Carità.