AVVENTO 2019

Ragazzi che pregano in famiglia

Carissimo/a, ti abbiamo consegnato questo libretto con delle brevi preghiere per aiutarti a pregare alla sera, magari con la tua famiglia. In questo modo cerchiamo di vivere questo avvento aprendo il nostro cuore a Gesù che anche oggi vuole essere vicino a noi.

PRIMA DOMENICA DI AVVENTO 1 dicembre

VEGLIARE

E’ iniziato oggi il tempo dell’Avvento che ci prepara come cristiani a vivere il Natale. Tu, Signore, mi inviti a STARE ATTENTO al grande regalo delle PERSONE CHE SONO VICINE A ME e mi aiutano ad agire bene e a vivere con gioia. E’ bello avere sempre qualcuno vicino a me. Anche Tu, Signore, sei vicino a me e alla mia famiglia. Aiutaci a vivere con gioia tra noi e a preparare il nostro cuore ad accogliere il tuo amore di Padre.

Lunedì 2
Desidero ringraziarti, Signore, per questa giornata vissuta insieme con tante persone. Ho giocato, studiato, fatto tutto cercando di vivere l’amicizia con i ragazzi che mi sono vicini. Grazie, Signore, perché mi sei vicino per aiutarmi a stare con gi altri. Aiutami ad incontrarli con cuore aperto e senza giudicarli. Donami la forza del tuo Spirito per vivere con gioia con i miei compagni, senza offendere, senza escludere, come un vero amico.

Martedì 3
Signore, ogni giorno ricevo tante cose e incontro tante persone. Mi accorgo che sono molto ricco di doni ma spesso me ne dimentico. Vorrei avere sempre cose belle, simpatiche, moderne. Grazie, Signore, per tutti i doni che ho e per tutte quelle persone che mi insegnano a donare con gioia e a condividere quello che ho. Grazie per i miei genitori e fratelli, i miei insegnati e amici, gli allenatori, i nonni e tanti altri. Grazie perché sono circondato da persone che mi indicano il cammino del bene.

Mercoledì 4
Il vangelo di domenica ci ha invitato a VEGLIARE, ad essere attenti a quello che succede intorno a me. Questa sera ripenso alla mia giornata e ingrazio il Signore per tutto quello che ho ricevuto oggi… Concludi con il Padre Nostro.

Giovedì 5
Come è bello che le persone vivano insieme come fratelli. Oggi mi hai dato tante possibilità per vivere insieme con gli altri, giocando, parlando, mangiando, sorridendo. Fa’ che segua sempre il sentiero dell’amore verso gli altri, aiutato dalle persone importanti che mi metti accanto. Signore, benedici tutta la mia famiglia.

Venerdì 6
A volte mi accorgo di pensare solo a me stesso. Eppure vicino a me c’è chi mi chiede compagnia, amicizia, aiuto. Aiutami, Signore, a non pensare solo alle mie cose ma ad accorgermi degli altri e di come posso aiutarli. Aiutami a condividere la fatica, facendo crescere tra noi uno spirito di gioia e di aiuto reciproco.

Sabato 7
Gesù, Tu, alla sera, spesso salutavi gli amici, e poi andavi a pregare il Padre: gli parlavi della tua giornata e ascoltavi la sua voce.
Ora anch’io voglio pregare il Padre e ringraziarlo per questa giornata.
Grazie per gli amici con cui ho passato questo giorno.
Grazie per la presenza di persone che mi vogliono bene.
Grazie per le mie capacità e quelle che hanno gli altri.
Grazie perché ho conosciuto persone che mi sanno accogliere.
Grazie per avermi insegnato a stare insieme agli altri con gioia.
Concludo la mia giornata tranquillo, in pace. Padre Nostro...

SECONDA DOMENICA DI AVVENTO 8 dicembre
ACCOGLIERE
FESTA DI MARIA IMMACOLATA

Maria ci invita sempre ad accogliere suo figlio Gesù e ascoltare la sua Parola. Tante immagini ci mostrano Maria che tiene in braccio Gesù un modo amorevole: queste immagini ci ricordano che è Gesù il vero grande regalo da accogliere in questo Natale, perché ci porta pace e ci dona forza per vivere insieme. Maria, aiutami ad accogliere Gesù come il tuo regalo per noi. Ave Maria…

Lunedì 9
Signore, tu ci guardi con amore. Vedi le varie persone del mondo e i tanti popoli; gioisci quando sono in pace e sei triste quando sono in guerra. Questa sera ti prego... Per i bambini del mondo. Per coloro che non possono giocare e divertirsi. Per quelli che sono ammalati e soli. Per quelli che non rispettano la natura e la bellezza della terra. Per i miei amici e per quelli che faccio fatica a sopportare. Per quelli che non hanno lavoro e non possono mangiare. Aggiungi tu qualche altra intenzione…

Martedì 10
Ti chiedo perdono Signore! Tu sei buono e mi vuoi un gran bene. So che devo andare d’accordo con le persone, ma ogni tanto litigo con gli altri. So che devo interessarmi agli altri, ma è più facile pensare solo a me stesso. Donami il tuo Spirito di pace perché essere buoni è difficile e da solo spesso non ci riesco. Perdonami e aiutami ad scegliere sempre di percorrere vie di pace. Concludi con il Padre Nostro

Mercoledì 11
Gesù, tu ci ha detto: Donate con gioia ciò che avete. Ascoltate le mie Parole perché vi indico strade di pace. Aiutate chi ha bisogno Perdonate chi vi offende Amatevi gli uni gli altri Rimante uniti a me e avrete in voi la gioia. Spezzate il vostro pane con chi ha bisogno. Gesù, non solo hai detto queste parole ma le hai messe in pratica. Aiutami Signore, a vivere ogni giorno questi impegni di bene. Guida tutti noi perché camminiamo sulle strade della pace.

Giovedì 12
Grazie Signore per questa giornata. Ho ricevuto tante cose gratis: il cibo, l’amicizia, la cura dei miei genitori. Sono proprio fortunato.: per questo ti prego:
dov’è odio, aiutami a portare l’amore,
dov’è offesa, aiutami a portare il perdono,
dov’è discordia, aiutami a portare la pace,
dov’è la fatica aiutami a portare l’impegno
dov’è la tristezza aiutami a portare la gioia.
Dov’è la chiusura aiutami a portare l’aiuto.
Aggiungi tu qualche altra intenzione…

Venerdì 13
Grazie, Signore, tu sei un Padre che ci ama sempre.
Tu vuoi bene a tutti gli uomini e non ti stanchi mai di noi, anche se ci comportiamo male.
Grazie perché il tuo amore rimane sempre in noi e il tuo perdono mi riavvicina a te.
Signore, insegnami a perdonare, come tuo Figlio Gesù ha perdonato. Fa’ che io impari a perdonare e a fare pace.

Sabato 14
Hai fatto bene ogni cosa, Dio Creatore! Alzo gli occhi in alto e vedo il cielo, alla sera mi incanto a guardare le stelle. Che bello questo nostro mondo e la natura che ci circonda: gli animali e le piante, la terra e il mare.
Donaci di saper vedere le tue meraviglie e dirti con gioia la nostra lode

TERZA DOMENICA DI AVVENTO 15 dicembre
CAMBIARE

Giovanni Battista ci chiede di prepararci al Natale facendo crescere tra noi la condivisione. Gesù aiutami a cambiare, a migliorare il mio modo di stare con gli altri facendo azioni positive aprano il mio cuore agli altri.
Guarda insieme il video:
https://www.youtube.com/watch?v=26w3u1J-a38

Lunedì 16
Signore, a volte sono pigro.
Mi piace alzarmi all’ultimo minuto.
Mi piace farmi servire in tutto.
Mi piace avere tutto a mia disposizione.
Mi piace stare solo con gente simpatica.
Inizio una cosa e non la finisco mai in tempo. A volte è una cosa più forte di me. Signore vieni in mio aiuto e domani la tua forza, aiutami a cambiare imparando a vivere con gioia i miei impegni anche se devo fare fatica.

Martedì 17
Signore, insegnami a tenere duro di fronte alle difficoltà, ad avere la prontezza e il coraggio di cambiare il mio punto di vista ascoltando i consigli di chi mi è vicino. Donaci lo Spirito del tuo amore perché ci sostenga nel cammino di ogni giorno.

Mercoledì 18
Ti ringrazio, Signore, per la giornata che mi hai dato. Concedimi di essere vero amico di tutti. Insegnami a stare anche con chi non mi è molto simpatico e donami la pazienza per conoscerlo meglio. Fa’ che impari a pensare agli altri, guardando bene a quello che io posso donare. Perdona se oggi sono stato un po’ egoista e ho pensato solo a me. Questa sera ti chiedo di stare vicino a tutti quei ragazzi che nel mondo sono lasciati soli e senza nessuno che li aiuti. Tu che sei Padre di tutti, stai vicino anche a loro.

Giovedì 19
Signore, quando un ragazzo può dire di essere un vero amico, capace di stare con gli altri e di fare il bene? Quando si comporta con bontà e cerca di essere giusto con tutti. Quando dice la verità, è sincero e non imbroglia gli amici. Quando dice apertamente ciò che ha nel cuore e non parla male dei compagni dietro le loro spalle. Quando mantiene la parola data e quando presta le cose volentieri e non pretende sempre dei regali. Aiutami a vivere bene con gli altri, sicuro che tu sei con me.

Venerdì 20
Apri i miei occhi, Signore, perché io possa vedere intorno a me chi ha bisogno di aiuto. Apri i miei orecchi, Signore, per ascoltare le richieste che mi chiedono di diventare più generoso. Apri il nostro cuore, Signore, perché impariamo ad amarci gli uni gli altri. Donaci il tuo Spirito di amore perché diventiamo sempre più uniti e impariamo a vivere in pace tra noi.

Sabato 21
A volte, Signore, ho voluto impormi sugli altri. A volte, anche solo a parole, ho voluto avere sempre ragione, stare sopra gli altri, vincere a tutti i costi, Così le mie parole non sono state strumento di amicizia, ma un modo per dividermi dagli altri. Perdonami Signore, perché ho rifiutato l’amicizia. Rendimi capaci di parole vere, che aiutino a creare accoglienza e pace.

QUARTA DOMENICA DI AVVENTO
22 dicembre
ASCOLTARE

Giuseppe ha ascoltato la voce di Dio che gli ha chiesto accogliere Maria e Gesù e di dare il nome a questo bambino che sta per nascere. O Padre, aiutami ad ascoltare la tua parola per imparare, come Giuseppe, a fidarmi di Te e a seguire la strada che Tu mi indichi. Grazie perché sei vicino a me e alla mia famiglia.

Lunedì 23
Ti ringrazio, Signore, perché le mie orecchie possono ascoltare la musica, i complimenti dei genitori, i consigli delle persone che mi sono vicino. Possono ascoltare le chieste di aiuto e le parole di tanti video.
Aiutami ad ascoltare anche il mio cuore che spesso desidera l’amicizia, ma anche si chiude e non vuole più ascoltare e dare una mano a chi ha bisogno.
Stasera ascolto mio cuore e ti raccolto quello che c’è dentro. Ascolta il tuo cuore e racconta a Gesù ciò che senti dentro di te...

Martedì 24
Venite, avvicinatevi e guardate questo bambino nel presepio. Attraverso di Lui, Dio ci prende per mano e sussurra al nostro cuore:
“Tutti voi che cercate la luce, la pace, la vita venite con me”.
Venite tutti, avvicinatevi e guardate questo bambino deposto nella mangiatoia.
La sua parola ci dice “Amatevi gli uni gli altri, senza paura di donare: così assomiglierete a me”.
Venite tutti, avvicinatevi e guardate questo bambino così simile a tutti noi.
Dio dice al nostro cuore la buona notizia:
“Voi siete tutti miei figli, e io desidero per voi la gioia profonda”.

Mercoledì 25 NATALE
E’ Natale ogni volta che sorridi ad un fratello e gli tendi la mano.
E’ Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare l’altro.
E’ Natale ogni volta che non accetti di non impegnarti per gli altri.
E’ Natale ogni volta che speri con tutti quelli che hanno perso la speranza.
E’ Natale ogni volta che riconosci con semplicità i tuoi limiti e la tua debolezza.
E’ Natale ogni volta che permetti al Signore di nascere ancora come amore e pace e sei disposto a donarlo agli altri.
                  Madre Teresa di Calcutta

C'era una volta un'anziana signora che vive in un villaggio e amava pregare il Signore. Un giorno sentì la voce di Dio che le diceva: "Oggi verrò a farti visita". Figuratevi la gioia e l'orgoglio della vecchietta. Cominciò a pulire e lucidare, impastare e infornare dolci. Poi indossò il vestito più bello e si mise ad aspettare l'arrivo di Dio.
Dopo un po', qualcuno bussò alla porta. La vecchietta corse ad aprire. Ma era solo la sua vicina di casa che le chiedeva in prestito un po’ di zucchero. La vecchietta la spinse via: "Per amore di Dio, vattene subito, non ho proprio tempo da perdere con te! Sto aspettando Dio, nella mia casa! Via, via!". E sbattè la porta in faccia alla vicina.
Qualche tempo dopo, bussarono di nuovo. La vecchietta corse ad aprire. Ma chi c'era? Un ragazzo infagottato in una giacca troppo larga che vendeva roba da quattro soldi. La vecchietta sbottò: "Io sto aspettando il buon Dio. Non ho proprio tempo. Torna un'altra volta!". E chiuse la porta sul naso del povero ragazzo. Poco dopo bussarono nuovamente alla porta. La vecchietta aprì e si trovò davanti un vecchio povero e affamato. "Un pezzo di pane, gentile signora, ... E se potesse lasciarmi riposare un momento qui sugli scalini della sua casa", implorò il povero.
"Ah, no! Lasciatemi in pace! Io sto aspettando Dio! E stia lontano dai miei scalini!" disse la vecchietta. Il povero se ne partì triste e la vecchietta si dispose di nuovo ad aspettare Dio.
La giornata passò, ora dopo ora. Venne la sera e Dio non si era fatto vedere. La vecchietta era profondamente delusa. Alla fine si decise ad andare a letto. Stranamente si addormentò subito e cominciò a sognare. Le apparve in sogno il buon Dio che le disse: "Oggi, per tre volte sono venuto a visitarti, e per tre volte non mi hai ricevuto".


Gesù, tu vieni tra noi
ma a volte noi non ci accorgiamo
che possiamo accoglierti
con i nostri gesti di amore
e di attenzione agli altri.
Aiutami ad aprire il cuore
a chi mi è vicino e dammi

la forza di donare con gioia.
Grazie perché tu vieni
per aiutarmi ad essere come Te,
generoso e capace di allargare il
mio cuore per accogliere tutti.
Amen